Questa pagina fa uso di cookie. Visitando questo sito si autorizza l'impiego di cookie.

QUESTIONE DI RISPETTO: una storia mozzaMAFIAto

(Articolo realizzato dagli alunni della classe III BL nell’ambito del progetto di
ALTERNANZA SCUOLA LAVORO “PROFESSIONE REPORTER”)

Legalità vs mafia - Gli alunni del "Tito Livio" giocano in casa per la libertà

baldassarro 1 baldassarro 2

Legalità e libertà, le tematiche principali della conferenza tenutasi sabato 5 maggio 2018 e contemplata nel programma di LEGALITRIA, festival nazionale della legalità in programma dal 3 al 6 maggio 2018 nei comuni di Fasano, Locorotondo e Martina Franca.
Gli studenti del nostro Liceo hanno conosciuto il giornalista professionista Giuseppe Baldessarro, autore del libro "Questione di rispetto, l'impresa di Gaetano Saffioti contro la 'ndrangheta".

Ospite princeps dell'evento sarebbe dovuto essere il protagonista della storia narrata da Baldessarro, ovvero l'imprenditore calabrese Gaetano Saffioti che per motivi di sicurezza ed a tutela della propria incolumità non ha potuto far conoscere direttamente ai ragazzi la sua straordinaria vicenda professionale ed umana. Infatti Gaetano ha ottenuto una vittoria schiacciante culminata con ben 48 condanne grazie alla sua coraggiosa testimonianza in un processo contro i principali clan calabresi collusi con l'imprenditoria locale.

Una voce fuori dal coro quella di Gaetano, una sorta di gigante buono (data la sua ingente statura fisica e morale) che ha sempre difeso l'importanza del valore della legge contro la corruzione e l'omertà dilaganti nel settore della libera imprenditoria, il senso del rispetto e della dignità intesi nell'accezione più onesta e disinteressata.
In quanto testimone di giustizia, il grande Gaetano è diventato un bersaglio da eliminare per la malavita organizzata e pertanto è stato obbligato a condurre una vita quotidianamente tutelata dalla presenza di una scorta armata. Nonostante egli viva sempre sotto protezione, ha deciso in maniera estremamente tenace di continuare a risiedere ed a condurre la propria attività imprenditoriale nella sua amata Calabria al fine di dimostrare che è necessario lottare per la legalità nella propria terra incrementando lo sviluppo economico soprattutto nelle aree dell'Italia meridionale, così tanto ricche e feconde di risorse e potenzialità ma anche molto fragili, perciò nel mirino dei loschi interessi della criminalità organizzata.

baldassarro 3Gli alunni appartenenti alle classi IVB gin., VA gin., IA cl., III BL, IVB sc., IVA s.u., IB sc., hanno avuto l'opportunità di partecipare attivamente all'evento presentato dalla giornalista Annamaria Minunno, promotrice del festival della legalità. Subito dopo la presentazione del volume di Baldessarro, è iniziato un interessante dibattito che ha coinvolto i discenti stimolandoli a porre domande all'autore in merito alla scelta di tale storia ed al suo coinvolgimento emotivo e psicologico nella gravosa e difficile condizione del protagonista. Il giornalista Baldessarro è riuscito a trasmettere ai ragazzi un'importante lezione di vita: legalità e libertà rappresentano le facce di una stessa medaglia e devono costituire le integre fondamenta della società civile.

baldassarro 4Siamo grati a Giuseppe Baldessarro per il suo intervento e per la sua coraggiosa firma che rimarrà per sempre sulla prima pagina di ogni suo testo regalato ai nostri alunni.