Questa pagina fa uso di cookie. Visitando questo sito si autorizza l'impiego di cookie.

ERASMUS PLUS 2018 - EP4NG Alla scoperta della Bulgaria

Alla scoperta della Bulgaria, crocevia tra Occidente e Oriente


20190529 114446La quinta ed ultima mobilità del progetto EP4NG si è tenuta in Bulgaria, nella città di Belitsa del 26 maggio al 1 giugno 2019. A parteciparvi siamo stati 33 studenti di cui 7 italiani appartenenti a vari indirizzi del nostro istituto.
Belitsa è un paesino incastonato tra le montagne, circondato da foreste, dove la natura non è stata contaminata dall'uomo e dove le persone custodiscono usi e costumi secolari, orgogliosi e gelosi della loro identità.
Quando siamo arrivati siamo stati accolti calorosamente dai ragazzi e dalle loro famiglie che immediatamente ci hanno fatto sentire come se fossimo a casa. La loro cultura, le loro tradizioni e la loro quotidianità, seppur diverse dalle nostre, sono diventate in meno di una settimana parte di noi. Abbiamo avuto la possibilità di immergerci in paesaggi e realtà nuove ed affascinanti che hanno contribuito ad espandere il nostro bagaglio culturale.

I primi giorni sono trascorsi visitando Bansko, il comprensorio sciistico del monte Pirìn (sede di recenti mondiali di sci) all'interno dell'omonimo parco nazionale, che vanta tra l'altro la presenza di uno degli alberi più vecchi al mondo, e il "santuario degli orsi danzanti", un rifugio dove gli orsi addomesticati per fini circensi hanno trovato riparo e protezione da maltrattamenti inenarrabili.
welcomeAbbiamo visitato i centri culturali più importanti della zona, fra cui Plovdiv, capitale europea della cultura 2019 come Matera, la città di Blagoevgrad e il monastero ortodosso di Rila, risalente al X secolo, ma più volte distrutto e ricostruito.
Le escursioni fuori dalla città si sono alternate a mattinate passate tra i banchi di scuola dove abbiamo appreso il funzionamento del sistema scolastico bulgaro e svolto attività di gruppo inerenti gli argomenti centrali del progetto EP4NG : le nature multiple e i nuovi stili di apprendimento. Le attività hanno stimolato un acceso dibattito tra i ragazzi di tutte le nazionalità presenti e ci ha dato la possibilità di confrontare i nostri rispettivi sistemi educativi .
L'esperienza, inedita per alcuni di noi, ci ha mostrato una delle tante realtà europee e ha lasciato in noi la voglia di esplorare il mondo per conoscere l'incredibile diversità culturale dei popoli che lo abitano. La consapevolezza che avremmo trascorso pochi giorni con i nostri compagni stranieri, ci ha spinto a vivere intensamente ogni momento cogliendo ogni singola opportunità per stare insieme.
Arrivare in un Paese così differente dall'Italia ci ha aiutato a comprendere maggiormente la vita, gli altri ma anche e soprattutto noi stessi e i nostri limiti. Viaggiare in questo caso ha significato aprirsi e lasciarsi sorprendere ad ogni angolo; ha voluto dire lasciarsi permeare da un'alterità con disponibilità alla ricerca ed alla scoperta.
Con l'amore per una comunicazione vera e sincera, oltre le barriere linguistiche e culturali.

 

Cantore Roberta, 4°Asc
Carucci Alessia, 4°Cl
Chiarelli Francesco G., 4°Asc
Corrente Anita, 4°Dsc

Corrente Miriam, 4°Dsc
D’Ignazio Roberta, 2°Acl
Raguso Silvia, 4°Bsc